Sword Art Online e Accel World Sono Collegati? Asuna e Kirito Sono i Genitori di Kuroyukihime?

Volete fare due chiacchiere sulla serie o avete delle domande da fare? Vi aspetto sul gruppo Telegram!

Tra i moltissimi quesiti che ci si possono porre sulla serie (a cui da tempo sto dando risposta) quelli più interessanti e chiacchierati sono sicuramente il collegamento tra Accel World e Sword Art Online e la conseguente domanda riguardo i genitori di Kuroyukihime.
Partiamo da un presupposto importante: ad oggi non c’è una risposta vera e propria alla 1° domanda, mentre per la 2° si (potrebbe anche esserci la possibilità che le informazioni siano volutamente errate, ma non credo).
Per quello che mi riguarda, si, Accel World e Sword Art Online sono indubbiamente collegati e ci sono un’infinità di dettagli, nascosti e non, che potrebbero confermare, ma come sempre ricordo che questo è un mio parere, o meglio, una teoria, e potrebbe non corrispondere a una futura realtà.

Vi ricordo del gruppo Facebook e che per qualsiasi dubbio potete contattarmi su Facebook o Telegram.

Prima di procedere vorrei avvisarvi fin da subito che potrei dare alcune cose per scontate, e che quindi è necessario che abbiate visto almeno la 1° parte di Alicization.
Inoltre, per ovvi motivi, a seguire ci saranno SPOILER DI UNITAL RING E ACCEL WORLD.
Vi ho avvisati.
Ora immergiamoci nel fantastico mondo delle teorie, ovviamente non campate per l’aria.

Asuna e Kirito Genitori di Kuroyukihime?

Rispondiamo prima a questa domanda, in quanto alcuni dettagli saranno utili dopo.
Sin dagli inizi in giro si è parlato di come Kuroyukihime fosse la figlia di Kirito e Asuna per vari motivi, ma è assolutamente falso.

Partendo dal presupposto molto semplice che, come si può capire in parte dell’anime, la famiglia di Kuroyukihime non è per nulla una famiglia molto unita, in fondo quando è vittima dell’incidente veniamo a sapere che un membro della famiglia la andrà a visitare il giorno dopo, e vi dirò di più.

Nella novel non trovano alcun contatto di emergenza nel Neurolinker, e tra i suoi effetti personali non c’era neanche un numero di telefono.
A quel punto, prima che Haruyuki venga avvertito delle 12 ore più importanti per Kuroyukihime dal dottore, arriva all’ospedale l’avvocato della famiglia, in quanto alla fine sono riusciti a contattarli attraverso la scuola.
Non arrivano i suoi genitori, spero di riuscire a rendere l’idea.
Se si fosse realmente trattato di Kirito e Asuna una cosa del genere sarebbe stata inammissibile, sarebbero corsi entrambi a vedere come stava loro figlia, non avrebbero mandato un avvocato che, in questo caso, si è occupato semplicemente delle varie scartoffie per poi andarsene via 15 minuti dopo. Sembra quasi che Kuroyukihime più che una figlia sia una seccatura, e se davvero, in un ipotetico caso, i genitori si rivelassero davvero Kirito e Asuna (che come vedremo non sono loro), come minimo Kawahara dovrebbe nascondersi senza farsi mai più trovare, perché rischierebbe il linciaggio da parte dei fan.

In questo caso ci sono diverse altre scene del genere dove ci si può fare un’idea della sua famiglia, ma preferisco evitare per andare dritto al punto: le origini di Kuroyukihime.
Già ai tempi dell’uscita del volume 23 ci furono diversi leak riguardo ciò, e con l’uscita del volume inglese se ne ha un perfetto quadro generale, e alcuni di voi potrebbero anche trovare molte somiglianze con quanto avvenuto in un’altra serie…

La teoria base dietro il Neurolinker, ovvero la Connessione Quantica, aveva come nome iniziale della fase di sviluppo “Soul Translation Technnology (STLT)”, ovvero la traslazione dello spirito umano, dell’anima (con tutti i microtubuli e così via), e quell’anima è la stessa coscienza umana.

A sviluppare la 1° generazione di Neurolinker, nel 2031, furono due compagnie: la Rect e la Kamura.
Tuttavia, la prima smise di usare la STLT come tecnologia di base per i Neurolinker, mentre la seconda era molto più ambiziosa: voleva usare una super tecnologia per decodificare l’anima umana.
In questo modo, essendo praticamente a conoscenza di ogni singola informazione di ciò che compone la coscienza di una certa persona, si poteva duplicare quella stessa persona semplicemente “caricando” quello stessa coscienza nel cervello di qualcun altro.
La Kamura non riuscì a fare una cosa del genere, in quanto ciò corrispondeva letteralmente a omicidio: nel momento in cui la coscienza di X veniva caricata nel cervello di Y, Y veniva ucciso, in quanto ciò che lo rendeva Y, ovvero la sua coscienza, la sua anima, veniva cancellato per fare spazio a quella di X per duplicarlo.
Tuttavia, la soluzione c’era: “creare” un medium nel quale poter trasferire quella coscienza.
Nel mondo di Accel World già a partire dal 2030 si faceva uso pratico di uteri artificiali, ma ovviamente servivano comunque un uomo che fornisse dello sperma e una donna che fornisse un ovulo.
Come immagino abbiate capito, i genitori di Kuroyukihime, la madre, (di cognome Kamura) figlia del proprietario della Kamura, e il padre, ricercatore nella compagnia, offrirono quanto era necessario per poter compiere questo esperimento.

A questo punto potrei tranquillamente fermarmi, in quanto abbiamo abbastanza informazioni per poter dire che sicuramente Kirito e Asuna non sono i genitori, sia per via dell’origine della madre, sia perché loro due non avrebbero mai partecipato a un progetto del genere, qualcosa che avrebbero considerato assai crudele.
Però preferisco continuare, in modo da raccontarvi quanto rimane della storia di Kuroyukihime.

Quindi, riassumendo un attimino, Kuroyukihime è praticamente nata da un utero artificiale, e sin da quando era al suo interno venne attrezzata con un Neurolinker e vennero implementate le varie misure per la duplicazione dell’anima.
Il codice a barre sul suo collo (che scomparirà crescendo) ne è la prova.
Purtroppo Kuroyukihime non sa da dove venga l’anime che è stata trapiantata in lei, ma suppone, giustamente, che sia sempre quella di un bambino (magari morto poco dopo essere nato), in quanto mettere la mente di un adulto in quella di un bambino sarebbe una pazzia per via della scarsa capacità della seconda.

Tutte queste informazioni le ha ottenute grazie all’SSS Order (ne parleremo dopo), che le ha permesso di accedere al sistema principale della sede centrale della Kamura.
Per sua sfortuna, però, quasi tutti i dati erano stati cancellati, ed è riuscita ad ottenere solo quelle varie informazioni sparse in diversi punti, da cui è riuscita a farsi un’idea generale, che però è ancora molto vaga e con molti buchi, oltre al fatto che non è a conoscenza dell’obiettivo finale.
L’unica persona a cui ha chiesto aiuto, sua sorella, le ha solo detto della scomparsa del codice a barre.
E neanche, a farlo apposta, l’unico indizio che ha è proprio quel codice di 8 cifre: 2032-09-30, che dovrebbe essere una data, in questo caso quella in cui Kuroyukihime è stata rimossa dall’utero, ovvero il suo compleanno (ed è anche quello di Asuna!), e devi esserci sicuramente un motivo se hanno lasciato scritto qualcosa del genere.

Ecco qui, ora sapete un bel po’ di cose su Kuroyukihime, ma in modo particolare abbiamo risposto alla domada.

ACCEL WORLD E SWORD ART ONLINE SONO COLLEGATI?

Allora, mi dispiace se risulto troppo ripetitivo, ma voglio nuovamente mettere in chiaro che quanto dirò in questo paragrafo sono SOLO ED ESCLUSIVAMENTE MIE SPECULAZIONI.
Io ritengo che, ormai, le due serie si possano considerare ambientate nello stesso universo, questo in base a tutti gli ultimi dettagli che sono stati rilasciati.
Tuttavia potrebbe non essere veramente così, quindi ricordate che questa è solo una mia teoria (che per me è una verità btw).

Partiamo con un dettaglio importante, il NerveGear che vedete nell’anime è anime original, ovvero non è mai menzionato nella novel e potrebbe essere stato messo lì solo come easter egg.

Ora, se siete stati attenti e se avete visto Alicization, avrete capito che la tecnologia di cui si parlava prima è praticamente la stessa della serie, e in più in Accel World abbiamo anche l’Incarnazione, quel potere presente nell’Underworld (ma non solo), ma c’è un piccolo dettaglio: per fare in modo che essa possa funzionare c’è bisogno del Main Visualizer, che, neanche a farlo apposta, è alla base dell’Incarnazione anche in Accel World (senza di esso non esisterebbe, e l’Incarnazione di Accel World è molto più specifica di quella di Sword Art Online).
Ovviamente Kawahara potrebbe aver semplicemente fatto una sorta di copia e incolla della tecnologia e potrebbero non esserci reali collegamenti.

Tuttavia, nel volume 24 viene menzionata che una certa tecnologia degli ultimi anni del decennio del 2020 è stata persa.
In particolare si parla dello sviluppo di Intelligenze Artificiali Avanzate, progetto poi bloccato dal governi in seguito a un conflitto su di esse, e lo sviluppo della Tecnologia riguardante le Fluctlight.
Potrebbe tranquillamente trattarsi delle varie I.A. come Alice (ricordate il comunicato stampa a fine Alicization e i vari dubbi dei giornalisti) che vennero considerate troppo pericolose in seguito alla Inter-Intelligence War (Introduzione a Unital Ring), e quindi sigillate.

Poi, nel volume 25, abbiamo un altra interessantissima affermazione da White Cosmos:

Molto tempo fa… in un mondo virtuale totalmente differente da questo, si sviluppò quasi la stessa identica situazione.
Moltissimi giocatori venuti da diversi mondi virtuali dovettero affrontare la stessa definitiva scelta: collaborare e completare il gioco insieme, o uccidere tutti gli altri prima di venire traditi.
Tra questi giocatori c’era un idealista che parlava esattamente come te, Silver Crow.
Molti ascoltarono le sue parole, ma alla fine… fu troppo tardi.

Analizziamo con calma le sue parole.
Si parla di “Molto tempo fa” e “molti giocatori da diversi mondi virtuali”, e dal momento che è impossibile che giocatori da giochi diversi possano interagire, questo ci fa arrivare alla conclusione che si parli proprio di Unital Ring, in quanto è un mondo virtuale nato dalla fusione (forzata) di tutti quanti i VRMMO del Seed Nexus con un reset totale delle statistiche.
Per questo si parla di cooperare o uccidere prima di essere traditi.
Nel 1° volume di Unital Ring ci ritroviamo proprio di fronte a una situazione del genere: un gruppo di 8 giocatori trova rifugio nella capanna di tronchi di Kirito (che è insieme a Leafa, Alice e Asuna), e una volta venuti a conoscenza di chi è veramente decidono di attaccarli.
Questo perché non vogliono correre il rischio che giocatori troppo forti come Kirito possano equipaggiarsi per bene, e approfittando del loro numero e del loro equipaggiamento assai migliore partono all’attacco.
Perché questo, vi chiederete.
Alla fine del periodo di grazia per l’equipaggiamento e le varie caratteristiche survival in Unital Ring si sente una voce dire:

I semi germogliano, fanno crescere radici e foglie, e congiungono le estremità per formare un cancello circolare.
Visitatori di questa terra, prosciugati della speranza, preservate la vostra vita solitaria.
Resistete a innumerevoli prove, sopravvivete ai pericoli nascosti, e al primo a raggiungere la terra rivelata dalla luce celestiale, tutto sarà dato.

Prestando attenzione alla frase finale si può intuire che, in sostanza, in Unital Ring il “vincitore” sarà l’unico giocatore rimasto, e dal momento che una volta morti non si può più rientrare in Unital Ring, uccidere Kirito & Co che erano svantaggiati sarebbe stata un’ottima idea.

Per quanto concerne l’idealista, son sicuro si tratti di Kirito, ma dal momento che l’unico volume tradotto di Unital Ring è solo il 1° preferisco non dire altro.

Bene, ora vediamo qualche collegamento “reale”.
Per prima cosa, in entrambi i mondi due compagnie che lavorano sui dispositivi di realtà virtuale: Rect e Kamura.
Mentre nel caso di Accel World ne abbiamo già parlato, in SAO la Rect purtroppo, come saprete, navigò in cattive acque in seguito al caso di Alfheim Online.
Difatti, il padre di Asuna si dimise come presidente della compagnia, mentre ALO venne venduto alla Ymir.
Tuttavia, la compagnia rimane comunque la creatrice dell’AmuSphere, e non è andata in bancarotta oppure è stata chiusa, quindi lo sviluppo dei NeuroLinker in AW potrebbe essere la sua rivalsa.
Per quanto riguarda la Kamura, invece, in SAO la troviamo per la prima volta in Ordinal Scale, in quanto è stata proprio questa compagnia a ideare l’Augma, la cui idea sta alla base del film.

Inoltre, nel volume 21 abbiamo una bella sorpresa: alla Scuola per Sopravvissuti si trasferisce un nuovo studente che si presenta immediatamente ad Asuna, Shikimi Kamura.
Dal suo cognome si può intuire sicuramente che sia collegata alla compagnia, e dall’aspetto si può notare una certa somiglianza con Kuroyukihime, senza tenere conto che, come detto prima, anche il cognome della madre biologica di Kuroyukihime è Kamura.
Che sia una coincidenza? (in giro si trova scritto che Shikimi Kamura è proprio il nome della madre biologica, ma non ricordo di aver mai letto nulla del genere nelle novel, se mi sbaglio e avete la pagina e il volume dove viene detto contattatemi su Telegram o Facebook, link all’inizio del post)

Mettendo da parte Graphite Edge, passiamo all’SSS Order.
Si tratta di un programma dato a Kuroyukihime proprio da Graphite Edge capace di hackerare qualsiasi cosa tranne i sistemi stessi del Burst Link.
Proprio per questo riesce ad entrare senza problemi nei sistemi della Kamura.
Ora, cosa c’entra questo SSS Order con il possibile collegamento tra le due serie?
Nell’immagine qui sotto a destra c’è il simbolo del programma, a sinistra qualcosa che vediamo nell’ultimo episodio di Alicization.

Infine, per concludere questo articolo (anche se di cose da dire ce ne sarebbero ancora molte) parliamo di questa illustrazione.

Vi dissi già qualcosa in passato, ovvero che, nonostante la figura in basso a destra e quella centrale siano chiaramente Alice e Kirito, quella bianca non è assolutamente Gabriel.
In particolare, questa illustrazione proviene dal volume 19 di Accel World nel quale Graphite Edge ci racconta la storia del Mondo Accelerato.
Ne faccio un riassunto veloce: in un tempo lontano, in un altro mondo virtuale c’è stata una gigantesca guerra che aveva come fulcro una certa Entità. C’erano A, che voleva distruggerla, e B, che voleva proteggerla.
Verso la fine della guerra i due riescono ad accedere a una console di sistema che dà loro i privilegi da amministratore, ma con dei poteri limitati: creare mostri e oggetti terreni.
Alla fine, A rapisce l’Entità e la sigilla con un “Enhanced Armament” (un equipaggiamento di AW) conosciuto come Fluctuating Light, e con i suoi poteri da amministratore crea 8 potentissimi mostri che faranno da guardia, per poi erigere una gigantesca fortezza a cui fanno guardia altri 4 potentissimi mostri che poi saranno conosciuti come i Quatto Dei.
B arriva sul posto e sfida A a un duello, uccidendolo, ma non riesce a sconfiggere i Quattro Dei con il suo esercito, che viene totalmente annientato e lui viene costretto a ritirarsi.
A quel punto B è costretto a porre le sue speranze nel fatto che in futuro dei guerrieri abbastanza forti da sfidarli appaiano, e decide così di creare 3 giochi che praticamente formano il Mondo Accelerato: Accel Assault, Brain Burst e Cosmos Corrupt.

Anche qui potrebbe trattarsi di un riferimento all’Inter-Intelligence War, e potrebbe anche spiegare perché Alice, che dovrebbe essere immortale, non appare mai: è lei l’Entità sigillata.
Magari, e qui è una super speculazione, Graphite Edge è stato addestrato da Kirito stesso (non nel Mondo Accelerato, giustamente) per essere uno di quei guerrieri che affronterà i Quattro Dei, chissà.

Con questo si conclude il mio articolo.
Ribadisco nuovamente che quest’ultima parte SONO SOLO ED ESCLUSIVAMENTE MIE TEORIE, potrebbe tutto rivelarsi falso oppure semplici collegamenti creati ad hoc da Kawahara per far discutere e fare in modo che la gente compri anche Accel World per saperne di più.

⚔️Torna all’Indice Principale⚔️

Per le fonti ho usato questa parte della wiki per quanto riguarda il volume 24 e 25, mentre per il resto basta leggere le novel e salvarsi le varie cose.

Condivi Questo Articolo

dani3390

Vidi, per puro caso, Sword Art Online su Rai4 una sera del 2014. Spinto dalla curiosità, ho iniziato a guardare anime solo nel 2017 e da allora sono un appuntamento fisso. Tra le mie preferite rientrano serie quali The Legend of the Galactic Heroes, Planetes e Gurren Lagann. Per la lista completa: https://myanimelist.net/profile/dani3390

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *