Alleanza degli Anime

Sword Art Online Moon Cradle: Riassunto Capitolo 2

Introduzione a Moon Cradle

CAPITOLO 2

Siamo sul 50° piano della Central Cathedral, ora usato come luogo delle riunioni del Consiglio Umano di Unificazione, ovviamente sistemato per essere usato come tale.
Ci ritroviamo con Deusolbert che sta sgridando un mortificato Kirito, in quanto se Asuna non avesse usato i suoi poteri per evitare la distruzione della Cattedrale, Kirito avrebbe fatto un bel casino, e ovviamente distruggere una costruzione così importante non sarebbe stato visto di buon occhio dal popolo.
A venire in soccorso di Kirito c’è Fanatio, con in braccio il suo bambino (ovviamente di Bercouli), che lo ferma anche perché c’è un incontro con il Territorio Oscuro tra un mese e vuole evitare che Kirito scappi di nuovo di casa.
Ovviamente ci sono anche Asuna e Ronie, e in questo caso il bambino, di nome Berche, viene affidato a Ronie, che resta lì in attesa appoggiata a una colonna.
A quel punto si uniscono alla riunione anche il leader della Brigata degli Artigiani Sacri (quelli che erano conosciuti come preti e monaci) e altre ufficiali.
Il primo punto di cui discutono è la riapertura della caverna meridionale, che non è un problema, ma il riuscire a costruire una strada che attraversi la folta giungla a sud lo è…

Ronie non è costretta a rimanere lì, ma vuole chiedere a Kirito la verità riguardo una breve immagine mentale avuta quella mattina mentre guardava la prova di solo, e l’unico modo per riuscirci è aspettare direttamente per Kirito, in quanto come suo solito è un tipo che sparisce molto facilmente.
Mentre ascolta il dibattito, Berche starnutisce leggermente, senza però svegliarsi, e Ronie corre subito verso la luce per evitare che si raffreddi.
A quel punto pensa, sorridente, al bambino, e le torna in mente il mese precedente quando era ritornata a casa.

Con il vecchio sistema di rango di nobiltà, la famiglia Arabel apparteneva al 6° grado.
Nonostante non fossero ricchi, Ronie visse un periodo piacevole con la sua solare e fastidiosa madre, il suo severo ma gentile padre e la peste del suo fratello minore.
L’unica cosa che non sopportava erano le feste che la famiglia di 4° grado di suo padre organizza, questo perché il patriarca (il cugino di Ronie) pensava che lui e la sua famiglia fossero degli orgogliosi nobili al di sopra di tutti.
Ovviamente adesso le cose non stavano più così, e Ronie era felice che tutti fossero stati messi al posto che si meritavano.
Adesso solo le persone con delle vere qualità, che venivano riconosciute, ricoprivano posti importanti.
Tutte le famiglie nobili adesso erano sullo stesso livello, fatta eccezione per quelle di Ronie e Tiese, ora apprendiste Cavalieri Integratori.
Tornata a casa Ronie aveva potuto constatare che la sua famiglia se la passava bene, ma a quel punto arrivarono anche i suoi 3 cugini con le loro famiglie e con molti regali: delle proposte di matrimonio per Ronie.
Difatti, nonostante fosse un’apprendista, il pensiero di molte persone che offrivano in sposi i loro figli a Ronie era che il compito più importante per una donna fosse partorire e crescere i propri figli (prendo come esempio Fanatio).
Inoltre scopriamo anche che Kirito ha raccontato a Ronie e Tiese il segreto sui Cavalieri Integratori.
Ovviamente, Ronie stessa vuole decidere chi sposare, a differenza di quanto sarebbe successo se non ci fosse stata alcuna guerra.
In modo particolare, i genitori speravano che si sposasse quanto prima, e da parte sua c’era il desiderio di accontentarli, in modo da far sapere loro che il suo futuro era sicuro.
Tuttavia, tornata alla Central Cathedral, Ronie inizia a scusarsi con loro, pensando:
“Mi dispiace, padre. Mi dispiace, madre. Sono abbastanza sicura — piuttosto sicura, in realtà — che non mi sposerò o avrò mai figlia in vita mia.
Perché non sarò mai con colui che veramente amo.”

A quel punto Berche si sveglia e si agita un pochino, facendo tornare Ronie nel presente.
Essendosi conclusa la riunione, Fanatio riprende Berche, lanciandolo in aria e facendogli quasi toccare il soffitto per poi riprenderlo al volo (per giocare), chiedendosi come farà ad occuparsene.
Infine esce dalla stanza, seguita da Deusolbert e tutti gli altri.
A quel punto Kirito esclama con un espressione tra l’esasperazione e la paura che il problema è come lo sta crescendo, supportato da un’espressione silenziosa di Asuna.
Poi Kirito continua dicendo che tra Berche e il bambino di Scheta (hehehe) il futuro sarà un vero disas— una vera meraviglia, e ora che il suo lavoro è finito può andare a controllare l’Unità Due.
Vengono dette varie e cose, e alla fine Ronie chiede a Kirito se può chiedergli una cosa, e chiede ad Asuna se possono prendere del tè prima del solito, ma Asuna è impegnata, e quindi saranno solo Ronie e Kirito.
A quel punto Asuna se ne va, Kirito si incammina sul Piano 80 e Ronie prende Tsukigake.

Prima di dirigersi al Piano 80 Ronie passa alle cucine del Piano 10 per prendere una bella torta (vi pare che Kirito si accontenti con 1-2 fette?), e poi va sulla piattaforma, ora automatica (la ragazza ora fa altro, la incontreremo), per andare al Piano 80.
Arrivata sul Piano 80 Kirito è già lì, e iniziano a mangiare, nel mentre Ronie si perde tra i suoi pensieri ed è Kirito a farla tornare alla realtà chiedendole cose voleva sapere.
La sua domanda è semplice: lo scopo del dragoncraft era quello di superare il Muro alla Fine del Mondo?
Ovviamente, come saprete dalla mia spiegazione dell’episodio finale di Alicization, lo scopo era proprio quello.
Il Muro è fatto di un materiale ultra-duro ed è quasi impossibile anche solo scavarci un piccolo buco, e secondo le varie leggende del Territorio Oscuro è infinito… ma non è così.
Kirito ha provato a superarlo con l’Incarnazione (volando) e non ci è riuscito, ma poi ha preso un coltello, bloccandosi al limite massimo di elevazione, e ha notato che lo superava tranquillamente, segno che c’era qualcosa che bloccava esclusivamente i blocchi di tipo umanoide (quindi le persone, etc…).
Neanche con i draghi era possibile, in quanto essendo cavalcati da Kirito venivano considerati come delle parti di armatura/vestiti, e quindi venivano bloccati.
Per questo motivo l’unico modo per superarlo era attraverso un oggetto un movimento, il dragoncraft.
Tuttavia, quello che vuole sapere Ronie è differente: perché vuole oltrepassare il muro?
A questo punto Kirito diventa serio e dice a Ronie di non dire nulla a Fanatio o Asuna: di quel passato ci sarebbe stata un’altra guerra.
Il motivo? Nonostante ci fossero in quel momento commercio e turismo tra i due regni, le differenze erano abissali, e prima o poi gli abitanti del Territorio Oscuro se sarebbero accorti: l’Impero Umano era ricchissimo di risorse, terreni da coltivare e così via, il Territorio Oscuro no, e non si poteva assolutamente fare nulla a riguardo, era povero di risorse spaziali.
Per evitare tutto ciò era necessario trovare delle nuove terre, delle vere terre che potessero essere considerate tali dagli abitanti del Territorio Oscuro.

Giustamente Ronie si chiede se in realtà ci sia qualcosa oltre il muro, non potrebbe semplicemente continuare all’infinito?
Kirito ha considerato la cosa, ma venendo dal mondo esterno e sapendo come funzionano i mondi virtuali, è conscio del fatto che in quel caso non servirebbe un muro, basterebbero degli indirizzi impenetrabili che non possono essere superati (in poche parole quei muri invisibili presenti nei videogiochi).
Quindi, essendo il muro qualcosa di fisico e davvero molto alto, non è il caso.
E se fosse così per tenere lontani gli abitanti dell’Underworld da qualche fenomeno che non sono ancora pronti a comprendere?
La Fine del Mondo potrebbe non essere la vera fine.
Ovviamente Ronie è leggermente frastornata, in fondo Kirito sta praticamente rimodellando la concezione del mondo in cui sta vivendo.
Alla fine fa di peggio, la porta a una delle larghe finestre e punta verso Lunaria, a quel punto la introduce al concetto di mondi sferici, al fatto che l’Underworld sia un pianeta come la Luna.
Ebbene si, fino a quel momento credevano che l’Underworld fosse piatto.
Infine Ronie chiede se anche la Luna ha foreste, prati e città con delle persone, ma questo lo scopriranno solo quando andranno sulla Luna, e quando Kirito ci andrà Ronie lo accompagnerà.

Ovviamente tutte queste cose riguardo la Luna e la fine del mondo, bene o male, sono già state affrontate nella mia spiegazione del finale di Alicization, che vi consiglio di leggere se avete dubbi a riguardo.

⇦ Riassunto Capitoli 0 e 1

Riassunto Capitolo 3 ⇨

Condivi Questo Articolo
Exit mobile version