Alicization Episodio 45: Oltre Il Tempo

Quarantacinquesimo episodio della serie, andato in onda il 5 Settembre, e disponibile su VVVVID e Amazon Prime Video.
Viene adattata la scena del Capitolo 22 con Gabriel, e tutto il Capitolo 23.
Con questo la storia tra Underworld e Ocean Turtle giunge a conclusioni e rimangono tutti i vari epiloghi (ben 100 pagine, e già sono in preda all’ansia per tutte le cose che dovrò scrivere nelle differenze).

Andiamo ora ad elencare le differenze dalla novel:

  • Molti diranno un buon adattamento, ma hanno praticamente tagliato tutte le cose che io ritengo molto importanti per quanto riguarda miei futuri articoli e anche alcuni possibili risvolti della serie in Unital Ring.
    Per l’occasione ho tradotto interamente le parti della novel in questione.
  • La scena in cui Takahishi parla della sauna e poi parte è stata modificata, difatti è in quel momento che Kayaba si rivela e c’è quel discordo che nell’anime vediamo mentre Niemon viene continuamente crivellato di colpi.
    Questo è il dialogo prima del cambio di POV:
    “Rinko sentì il Tenente Nakanishi mormorare confuso, “Perché ha aspettato fino ad ora…?“.
    C’erano stati molti pericoli fino a quel momento. Tuttavia, Kayaba aveva aspettato fino a quel momento per interrompere la sua silenziosa osservazione e agire.
    Rinko pensò di averne capito il motivo.
    …Non è per l’Underworld. Non ha intenzione di interferire con la simulazione. Si è mostrato così che potesse proteggere Kirito e Asuna…” “
  • Poi, nel momento in cui vediamo Niemon sullo schermo (il discorso è mooolto più lungo, leggetevi la novel):
    “Ma (lei) realizzò anche, in quel momento, che era venuta qui alla RATH perché era suo dovere farlo. Lo scopo delle Fluctlight Artificiali non era quello di essere usate per un limitato motivo come delle AI che funzionavano da armi. E l’Underworld non era semplicemente un simulatore di civiltà estremamente avanzato.
    Erano l’inizio di un enorme cambiamento di paradigma.
    Una nuova realtà, una che avrebbe ispirato dei cambiamenti in un mondo che si dirige sempre più vicino a un futuro chiuso. Un mondo che ha realizzato la volontà di giovani persone, che hanno combattuto per liberarsi dal sistema che era stato costituito, in un potere invisibile: An Incarnating Radius (vi ricorda qualcosa?).
    Questo è quello che volevi veramente, non è vero, Akihiko?
    Ciò che hai notato e scoperto in quei due anni nel castello fluttuante: il loro infinito potenziale, e la luminosa, accecante luce dei loro spiriti (quindi del loro cuore, <<della loro anima?!>>)
    .
  • Infine, nel momento in cui Niemon perde tutta la potenza c’è questa sorta di mini-flashback che avrebbe nuovamente dato un minimo senso (in più) allo scontro tra Kayabe e Kirito in Aincrad:
    Non credo nei miracoli, disse Akihiko Kayaba a Rinko il giorno in cui si svegliò nel suo letto nella villa sulla montagna dopo che SAO fu completato prima del previsto e che tutti i giocatori furono liberati.
    I suoi occhi erano dolci e scintillanti, e c’era un tenue sorriso sulla sua trasandata, incolta bocca.
    Ma sai cosa? Ho visto un miracolo oggi, per la prima volta nella mia vita. La mia spada lo ha trapassato e gli ha tolto i suoi ultimi punti ferita, ma era come se avesse rifiutato di obbedire al sistema e di sparire… e invece ha conficcato la sua spada dentro di me.
    Forse era quello il momento che stavo aspettando per tutto questo tempo…
  • Poi, per quanto riguarda le ali di Asuna io ho sempre interpretato il fatto che loro volassero come qualcosa di metaforico (Kirito può), in quanto Asuna neanche sa cos’è l’Incarnazione, figuriamoci se ora riesce addirittura a tirare fuori delle ali che è una tra le cose più difficili.
    Oltretutto quelle sarebbero le ali original che vediamo in Ordinal Scale e War of Underworld di quando usa la Mother’s Rosario.
  • La scena di Gabriel va bene, viene tagliata giusto la frase in cui Alicia dice che quella che stava provando era Paura, quell’emozione che voleva comprendere, e che avrebbe provato terrore per il resto dell’eternità.
    Tuttavia si comprende abbastanza bene anche senza queste frasi.
    Poi dovrebbe esserci anche la spiegazione di quello che è successo, ma nulla di che.

Commento

Non sono molto felice dei pochi, ma importanti tagli che ci sono stati, ma un’altra cosa che non mi ha convinto molto è stata l’illustrazione di questo episodio, ovvero quella di Asuna.
Questo, in un certo senso, è stato l’episodio di Kayaba (e Rinko), e mi sarebbe piaciuto avere un’illustrazione dedicata a loro due visto anche il contenuto dell’episodio.
Ormai è tardi, ma chiunque mi abbia seguito in questa (dis)avventura fino ad oggi saprà che sono uno a cui piace lamentarsi.

Giustamente Asuna stava aspettando Kirito, ricordando comunque che il tutto è iniziato proprio con lei che parte alla sua ricerca, e consapevole che lui stava nascondendo qualcosa, alla fine è rimasta lì con lui.
Il discorso su Alice è molto superficiale visto che a momenti neanche si conoscono, ma prendiamolo come un discorso generale per via della sua importanza.

Eccolo qui il caro Yanai.

Fino a questo momento la faccia di Gabriel si era divisa tra la solita roba original di lui che fa la faccia da villain di SAO, e di una totale “noia” nei confronti di qualsiasi cosa.
Questo perché lui non aveva mai provato cosa fosse la paura, e penso ci siano poche persone che non hanno paura di morire.
Sicuramente Gabriel non era tra queste.

Questa scena è senza dubbio molto opinabile.
Il tutto succede per succedere.
All’improvviso lui già sta lì in mezzo all’azione e fa cose, oltre ad essere comparso quasi dal nulla.
In questo caso sappiamo molto bene dal fantasma digitale di Kayaba (ALO, Ordinal Scale e qualche altra scena), e nell’episodio 11 viene anche detto che inizialmente il robot era al dipartimento di sviluppo, quindi è lì che Kayaba sarebbe potuto entrare nel robot, però se non sono presenti dei dettagli in grado di farcelo capire (magari una scenetta nell’episodio 11 dove vediamo accadere qualcosa di strano durante l’assemblaggio?) come possono pretendere che prendiamo per buono qualcosa che è molto più di una semplice apparizione come ologramma?

Ho già visto che alcune persone hanno capito questo, ma il famoso essersi dimenticato di Kayaba è sempre stata una bugia.
In realtà lui, in un certo senso, aveva quasi avverato quel sogno, e non aveva più molto importanza.
Qui, stranamente, ce lo dice chiaro e tondo mentre in Aincrad si era scordato…
Il personaggio di Kayaba è leggermente più complesso di quel che sembra, e in futuro avremo modo di parlarne.

Qui non saprei cosa dire, onestamente.
Potrei mistificare dicendo che è la variante nel mondo reale della famosa Incarnazione, ovvero la possibilità di andare contro il sistema, che esiste sin da Aincrad, ma le cose sono leggermente diverse.
Qui si parla di una totale mancanza di elettricità e di un robot mezzo distrutto che alla fine torna a pieno regime con l’elettricità che prima non aveva.

EDIT 12 SETTEMBRE: Kawahara conferma che Kayaba non ha usato l’Incarnazione nel mondo reale, non dando però una vera giustificazione a come sia successo.
Si limita a dire che probabilmente potrebbe essere stato per via dell’attivazione di una batteria di scorta.
Nell’anime non viene fatto vedere, nella novel non vi si accenna neanche, e il fatto che neanche lui dica (o sappia) esattamente il perché non è di grande conforto.

Se fate attenzione al particolare colore che viene dato all’olio, sembra del sangue, come se questa scena dovesse comunicarci qualcosa, peccato che il tutto risulti troppo insensato.
Non avrei avuto nulla da ridire se l’Incarnazione si fosse potuta davvero utilizzare nel “mondo reale”, per fare questo, però, si sarebbe dovuto presupporre che la famosa teoria di Bostrom, ovvero che viviamo in una simulazione, fosse reale in SAO, e che quindi Kayaba potesse davvero andare oltre il sistema.
Purtroppo questo non è il caso, e la scena è troppo forzata.
La parte tagliata sopra di Rinko che dice che lui è sempre stato lì avrebbe potuto dare un minimo di senso, ma alla fine le domande rimangono le stesse: quando, dove e come.
In questa parte finale della serie, che avrei sperato fosse riscritta in modo da evitare tutte queste cazzate (ma anche scene precedenti), si calca un po’ troppo la mano scendendo davvero in quello che potremmo definire trash.

Ho ripetuto ormai troppe volte che Alicization di suo conclude poco e lascia molte domande, ed ecco la prima: dove sono i due corpi di Niemon, con dentro Kayaba, e Vassago? Come sono scomparsi? Ovviamente non può essere un caso che proprio i due personaggi più importanti di Aincrad abbiano fatto questa fine.

Posso capire Vassago, ma Niemon è letteralmente un robottone gigante che ormai era a pezzi.
Potrebbe essere fuggito, ma dove? E in quel caso, chi è stato a occuparsi di Vassago?

Come detto sopra, è abbastanza inverosimile che Asuna sia in grado di usare l’Incarnazione e tirare fuori delle ali, quando anche in Moon Cradle mostra molta difficoltà ad usarla (tanto per cambiare).
Ora restano ben 100 pagine da adattare, e dal momento che per un buon adattamento siamo sulle circa 25-35 pagine (dipende dal contenuto, il massimo direi 40, ovviamente formato Yen Press), è molto probabile che i prossimi 2 articoli avranno poco contenuto nei commenti in quanto mi concentrerò sulle differenze novel.

Come sempre, contattatemi su Telegram o Facebook se avete qualche domanda.
E se per caso prendete in prestito parte dei miei articoli, vi chiedo almeno di citarmi.

⇦ Episodio Precedente

Episodio Successivo ⇨

⚔️Torna all’Indice Principale⚔️

Condivi Questo Articolo

dani3390

Vidi, per puro caso, Sword Art Online su Rai4 una sera del 2014. Spinto dalla curiosità, ho iniziato a guardare anime solo nel 2017 e da allora sono un appuntamento fisso. Tra le mie preferite rientrano serie quali The Legend of the Galactic Heroes, Planetes e Gurren Lagann. Per la lista completa: https://myanimelist.net/profile/dani3390

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *