Intervista a Sunghoo Park, Promettente Regista di The God of High School

Intervista al promettente regista Sunghoo Park, che sta attualmente lavorando alla serie di The God of High School, e che sta tirando fuori dei bellissimi episodi.
Nei pochi episodi visionati finora abbiamo infatti potuto vedere un grandissimo amore per la serie e una grande cura nei dettagli.
La serie la potete trovare su Crunchyroll.
Ecco tradotta l’intervista fatta a lui da parte di AnimeNewsNetwork.

Grazie per il suo tempo e per averci concesso quest’intervista. Siccome questa è la prima volta che abbiamo la possibilità di parlare con lei, spero ci possa dare un’introduzione della sua carriera. Quando e dove ha iniziato a lavorare nel mondo dell’animazione, e ci sono state delle serie che l’hanno ispirata a lavorare in questo settore?

È iniziato tutto nel 2004 quando entrai nello Studio Comet. Lì lavorai ai disegni di Onegai My Melody e altre opere. Ho deciso di intraprendere questa carriera guardando il film Macross: Do You Remember Love. Ovviamente ho guardato anche la serie, ma questo film ebbe un grande impatto su di me.

Questa è la seconda volta che lavora come regista per lo Studio MAPPA dopo Garo -Vanishing Line- nel 2017. Può parlaci un po’ di quello che ha fatto prima di decidere di dirigere The God of High School?

Dopo Garo ho lavorato alla opening (sequenza) di Zombieland Saga. Dopodiché, mentre lavoravo a Banana Fish come assistente alla regia, mi sono costantemente preparato per The God of High School con incontri per quanto riguardava la sceneggiatura e lo storyboard.

Com’è l’ambiente di lavoro ora che sei tornato allo Studio MAPPA? Ci sono stati degli ostacoli da superare nella produzione a causa del Coronavirus? Il tuo team come ha superato questa sfida?

Come ambiente lavorativo, lo studio MAPPA è davvero buono. È stato incentivato il lavoro da casa durante la dichiarazione dello stato di emergenza a causa del coronavirus, e certe volte ho avuto la sensazione che ci fosse una mancanza di comunicazione con il mio team. Comunque, dal momento che lavoravamo da casa, avevamo più tempo a disposizione visto che non era necessario dover effettuare il tragitto casa-lavoro, e, come risultato, siamo stati in grado di accelerare il processo in qualche modo.

The God of High School è interessante perché ha tre protagonisti principali che partecipano a questo torneo, e ognuno di loro ha le proprie motivazioni e il proprio stile di combattimento. Come ha fatto il team a convertire in animazione i diversi stili: il karate, il taekwondo, il kung fu e il combattimento con la spada? Ci sono stati dei riferimenti utili?

Sfortunatamente, io stesso non avevo alcuna esperienza per quanto riguarda le arti marziali, così ho imparato attraverso dei libri e da Youtube. È stata mia premura condividere con il mio team le idee che avevo in mente allegando i vari link Youtube come riferimento, ovviamente in aggiunta a quanto scritto negli storyboard.

Hai qualche film o attore di arti marziali preferito?

Uno dei miei film di combattimeto preferiti è il capolavoro di Jackie Chan: Drunken Master. Jackie potrebbe non essere un esperto di arti marziali ma è il mio attore preferito.

Nei primi capitoli dell’opera orginale di Yongje Park sono presenti molte scene d’azione implicite, in cui il lettore vede sono l’inizio e la fine del scena senza vederne lo svolgimento. Queste scene come sono state convertite in animazione?

Ho completamente usato la mia immaginazione per leggere tra le linee quelle parti che non erano state raffigurate. Alcune volte le ho recitate davanti al mio specchio, ho aggiunto le mie idee per sviluppare le sequenze d’azione e ho lavorato sugli angoli di ripresa e altre cose. Sono troppo imbarazzato per mostrarvi il processo, perché sono saltato per aria e sono caduto nella stanza facendo alcune azioni piuttosto spettacolari (ride).

Cosa pensi renda unica la serie rispetto agli altri anime d’azione?

In una parola, è la sincronizzazione tra l’azione scenografica e la musica con una grande attenzione al dettaglio.

Il manhwa di The God of High School non è solo incentrato sull’azione, è anche molto divertente. L’anime bilancerà sia umorismo che azione?

Umorismo e azione fanno parte del fascino dell’opera originale, e nella serie animata ovviamente sono presenti. Questo è stato ulteriormente migliorato dall’interpretazione di Tatsumaru Tachibana, il doppiatore del protagonista Mori. La sua improvvisazione ha arricchito le espressioni facciali di Mori e ha avuto anche un impatto positivo sul nostro disegno. Penso che il bilanciamento tra il serio e il comico sia molto buono.

Dei tre protagonisti, sono rimasto personalmente colpito da Daewi Han, lo studente delle superiori che fa un lavoro extra cosicché il suo amico possa permettersi un trattamento medico. Questo è uno scenario che molte persone che abitano negli Stati Uniti possono comprendere, motivo per cui è facile simpatizzare per le motivazioni di Daewi. In Corea c’è una situazione simile per quanto riguarda i costi della sanità?

Penso che intraprendere un qualche tipo di azione per i propri cari sia qualcosa che noi tutti, universalmente, possiamo comprendere. Per quanto riguarda l’assicurazione sanitaria, la Corea ha un buon sistema assicurativo, ed è semplice ottenere aiuto medico, pertanto si possono evitare gravi malattie.

C’è un momento nella serie per cui sei particolare eccitato che gli spettatori vedano? Hai qualche messaggio per i fan stranieri?

Vorrei che prestassero attenzione alla slugfest (situazione in cui delle persone competono duramente tra loro per avere successo, in questo caso vincere un incontro) dell’episodio 5 e all’intero episodio 10. Spero che apprezzerete la fusione tra musica e combattimento dal momento che ho provato a creare dell’azione scenografica. Quindi spero che piacerà a tutti voi.

Fonte: ANN

Intervista al regista di BEASTARS: Shinichi Matsumi ⇨

Condivi Questo Articolo

Luca Morello

Non ho un genere preferito, guardo quello che ho voglia di guardare Anilist│Luka46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *