Consigli di ADA: 10 anime sci-fi da recuperare assolutamente

Con un po’ di ritardo rispetto alle altre volte arrivano i consigli di ottobre. Oggi 10 anime sci-fi che potreste non aver ancora visto.

Crest of the stars

crest-of-the-stars.jpg

Partiamo con una space opera di fine anni ’90. Crest of the stars è l’inizio di una storia che si dipana nei seguiti Banner of the Stars I, II e III. Racconta sostanzialmente dell’incontro su più livelli tra due popoli, due culture e due individui. Il vastissimo e tecnologicamente avanzato impero Abh ha occupato il pianeta natale di Jinto Lynn, il cui padre, appurata la minaccia di invasione, ha deliberatamente deciso di consegnare agli invasori il loro pianeta per garantire a suo figlio una buona posizione all’interno della società Abh. Jinto viene inviato ad una scuola di addestramento militare e durante il viaggio fa la conoscenza della principessa Lafiel. Sebbene la parte più concitata della vicenda si trovi nelle fasi successive e Crest of the stars sia a conti fatti solo una lunga introduzione, la progressiva costruzione del rapporto tra i due personaggi principali ha tantissimi spunti interessanti. Se nell’ambiente circostante, vista la recente (non) guerra, spesso e volentieri dominano scetticismo e pregiudizio, le loro conversazioni sono invece mosse da genuina curiosità e voglia di capire l’altro. Aya Yoshinaga (chief writer di Witch Hunter Robin, una serie di cui avevo peraltro parlato già nei consigli di aprile) è riuscito ad enfatizzare in maniera encomiabile la bellezza del rapporto con il diverso attraverso dei dialoghi sottili, delicati, e a loro modo contestualmente verosimili. (F.L.)

Space Cobra

TB_MOVIES_SPACEADVENTURECOBRA1.jpeg
chrome_2019-10-07_16-50-50

Una frase che tutto sommato non sembra voler dire molto se privata del suo contesto, ma che in realtà, posta alla chiusura del primo episodio, rappresenta proprio il romantico punto di partenza di Space Cobra. Il famoso pirata spaziale Cobra, stanco di una vita da fuggitivo a causa della gilda dei pirati e dai cacciatori di taglie in cerca di fortuna, decide di fingersi morto e provare a condurre una vita tranquilla, cambiando faccia e cancellando i suoi ricordi. Trascorre un po’ di anni nei panni dell’impiegato Johnson e annoiato a morte dalla morbosa normalità delle sue giornate, ironicamente sogna una vita avventurosa. Il circolo vizioso è subito chiaro, ma il tempo per fermarsi a filosofeggiare è breve: per una serie di circostanze, Cobra riacquista i suoi ricordi ed è nuovamente costretto alla fuga. Segue una lunga sequela di avventure, talvolta in episodi autoconclusivi, in cui il nostro Don Giovanni dello spazio rimane invischiato in situazioni poco piacevoli che però vedono sempre il coinvolgimento di una bella ragazza in abiti succinti in difficoltà. La regia di Osamu Dezaki, con i suoi immancabili collaboratori Sugino e Takahashi, un ritmo mai troppo lento e una buona alternanza di comicità e dramma fanno di Space Cobra una serie memorabile su cui non grava affatto il peso degli anni. (F.L.)

Xam’D: Lost Memories

xamd-2.jpg

L’isola di Sentan è finora considerato territorio neutrale nell’attuale guerra tra nord e sud. Akiyuki Takehara, un normale studente delle superiori, conduce qui una vita tranquilla insieme alla sua famiglia e ai suoi amici. Tutto cambia quando durante una mattina una sospettosa ragazza fa detonare una strana bomba che, oltre a causare disordini e parecchi danni, impianta nel braccio del protagonista un essere misterioso che lo trasforma in una mostruosa creatura. Catalogato come serie di fantascienza, in realtà Xam’d comprende diversi aspetti fantasy e folkloristici amalgamati insieme in maniera molto originale. Il tema della guerra tende a rimanere sullo sfondo, come un’ombra incombente che deve ancora fare realmente il suo corso, mostrando tuttavia i segni del suo passaggio nelle zone maggiormente colpite. Ciò su cui l’anime si focalizza è lo sviluppo psicologico dei personaggi principali. Akiyuki, partito insieme ad una ragazza misteriosa per imparare a controllare i suoi poteri e non portare ulteriori guai alla sua isola, e i suoi amici rimasti indietro, Haru e Furuichi, costretti a fare i conti con il recente disastro e senza più notizie del loro compagno. Una lontananza che non sarà unicamente spaziale, ma li porterà su fronti diversi mettendo ancora più in crisi le loro vite. Dal punto di vista tecnico la serie è di alto livello, soprattutto nelle primissime puntate sfoggia una sequela di cut meravigliosi. L’unica vera nota dolente potrebbe essere il finale leggermente confusionario e approssimativo, apprezzabile forse soltanto da coloro che prediligono un’interpretazione più libera degli eventi. (F.L.)

Kaitei Choutokkyuu Marine Express

raw-kaitei-choutokkyuu-marine-express-bd-720p-21d141c6_001_473.png

Marine Express è il secondo lungometraggio di Tezuka realizzato per il progetto NTV SUPER SPECIAL/ 24 ore di televisione, preceduto dal bellissimo Le avventure di Bander. Siamo nel 2002. Giappone e America hanno costruito insieme il superespresso sottomarino Marine Express, un rivoluzionario velocissimo mezzo di trasporto che deve essere ora collaudato. Il giorno del primo viaggio sperimentale, però, sul treno si ritrovano alcune persone che non dovrebbero trovarsi lì insieme al personale autorizzato, composto dal segretario di stato americano, sua figlia, un politico giapponese disonesto, il progettista del treno e i suoi due figli. Un investigatore in cerca di un assassino, un medico e un individuo sospetto rendono l’espresso sottomarino l’ambientazione ideale per un classico thriller con elementi fantascientifici. I membri dello star system Tezukiano si ritrovano bloccati sul fondo dell’oceano con un mistero da risolvere, ma le cose non sono così semplici come sembrano. Nella seconda metà del film la storia prende una piega inaspettata, uscendo dai confini del genere di partenza, e aprendo la strada alle grandi tematiche ambientali che caratterizzano tutti e sei gli special della NTV. (F.L.)

Mardock Scramble

2936069-women-mardock-scramble-balot-rune___anime-wallpapers.jpg

Mardock Scramble è una trilogia di film che mette in scena una storia di vendetta con ambientazione e tematiche cyberpunk. Nella controversa città di Mardock la giovane prostituta Rune Balot viene arsa viva dal ricco manager di un famoso casino per aver tentato di scoprire qualcosa di troppo su di lui. Tuttavia, grazia ad una speciale tecnologia atta alla preservazione della vita, Rune viene salvata e trasformata in una sorta di cyborg dal Dr. Easter. Sotto la supervisione di un’avanzatissima intelligenza artificiale di nome Œufcoque dovrà adattarsi al nuovo corpo e difendersi dal suo precedente assassino che vorrà impedirle di testimoniare contro di lui. Pur privilegiando il lato action con alcune discrete sequenze di combattimento alla componente psicologica e ai temi più introspettivi e complessi del genere, preferendo a questi delle soluzioni più ‘facilone’, Mardock riesce a intrattenere grazie ad una storia avvincente, ben ritmata e, soprattutto, alla sua ambientazione cittadina mozzafiato. (F.L.)

 Punch Line

Risultati immagini per punch line

Punch line è un anime del 2015, diretto da Uemura Yutaka e prodotto dallo studio MAPPA. La storia originale vede come protagonista Yuuta, un giovane che, a seguito di un incidente, si ritrova ad essere uno spirito e che se sviene a seguito della perdita di sangue dovuta alla visione di intimo femminile, perde il controllo dei sui poteri distruggendo l’umanità. L’inizio potrebbe lasciare abbastanza straniti essendo un susseguirsi di situazioni bizzarre, complice un incipit di trama molto particolare che potrebbe lasciare parecchi dubbi, ma andando avanti tutto acquisterà di significato e ci saranno diversi colpi di scena molto interessanti. Tecnicamente è molto buono con momenti che raggiungono l’eccellenza. Se gli darete la possibilità di arrivare fino in fondo ne resterete piacevolmente colpiti. (L.M.)

Si trova su Crunchyroll

Hinamatsuri

Risultati immagini per hinamatsuri

Anime del 2018, prodotto dallo studio feel e diretto da Oikawa Kei. è una commedia che basa la sua fortuna sulle situazioni che si verranno a creare. La storia parte con Hina, una giovane ragazza dotata di poteri telecinetici che, nel tentativo di scappare dal proprio mondo, si ritrova a casa di Nitta, un uomo, esponente della yakuza locale. La serie ci metterà davanti un tipo di comicità di alto livello, non basato unicamente su una serie di gag, ma su una serie di situazioni verosimili ma irreali che si verranno a creare durante l’arco di tutta la serie e al contempo facendo riflettere su alcuni aspetti della società, in particolare su quella giapponese. (L.M.)

Si trova su Crunchyroll

ZETTAI KAREN CHILDREN: THE UNLIMITED – HYOUBU KYOUSUKE

Risultati immagini per ZETTAI KAREN CHILDREN: THE UNLIMITED - HYOUBU KYOUSUKE

Anime del 2013, adattamento del manga The Unlimited: Hyoubu Kyousuke che è un spin-off della serie Zettai Karen Childern. Il protagonista di questo spin-off è Hyoubi Kyousuke che nella serie originale è il capo di P.A.N.D.R.A, un’organizzazione che vuole il dominio degli individui dotati di poteri ESP sul resto della popolazione. In questo mondo infatti gli individui dotati di poteri sono aumentati in modo esponenziale e fanno parte oramai della vita quotidiana in tutti i livelli sociali. Un’ottima serie d’azione che intrattiene per tutta la sua durata, 12 episodi, ed è abbastanza comprensibile anche senza conoscere minimamente la serie principale. (L.M.)

Si trova su AAS Forum tradotto da LovelySubs

No. 6

Risultati immagini per No. 6

Anime del 2011 animato da BONES e adattamento di una serie di Light Novel. La storia si svolge nel 2013. Dopo una violenta guerra, l’umanità vive ora in 6 grossi agglomerati cittadini simili a città stato. In queste città sorte per l’elite della popolazione vige il controllo assoluto delle autorità e nella No. 6, nel quartiere di Cronos, vive Shion, un ragazzo di 12 anni che una sera si trova ad ospitare Nezumi, un rifugiato scappato da un istituto di ricerca. Quattro anni più tardi da quell’incidente, a Shion accadranno una serie di fatti particolari che lo porteranno a scappare dalla città stessa. Costretto a vivere a Lost town, la parte degradata oltre i confini della città vedrà messe in discussione tutte le sue convinzioni morali e ideologiche. (L.M.)

Lo trovate tradotto dagli Otaku no Funsub

Paprika

Risultati immagini per paprika anime

Lungometraggio uscito nel 2006, disegnato e diretto da Satoshi Kon, e basato sull’omonimo romanzo di Yasutaka Tsutsui. In un futuro prossimo, un’invenzione, la DC – Mini permette agli psicanalisti di entrare nel subconscio, il mondo dei sogni, per curare le patologie dei pazienti più gravi. La dottoressa Atsuko Chiba è a capo del progetto e realtà e sogno inizieranno a fondersi quando improvvisamente tre DC – Mini verranno rubate. Film stupendo, per regia, fotografia e sonoro, la cui colonna sonora composta da Susumu Hirasawa che aveva già collaborato con Kon per Millenium Actress e Paranoia Agent, è eccezionale Semplicemente guardatevelo che non ve ne pentirete se non l’avete ancora fatto (L.M.)

Si trova o su Prime Video o comprando il Blu-Ray

Condivi Questo Articolo

Luca Morello

Non ho un genere preferito, guardo quello che ho voglia di guardare Anilist│Luka46

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *